Lo sport nella vita quotidiana

Il movimento è vita, la vita è movimento. Muoversi, correre, praticare sport sono il modo più spontaneo per sentire la forza che attraversa il corpo e la mente.

Per meccanismi non ancora del tutto noti – ma con effetti scientificamente dimostrati – sappiamo infatti che mantenendoci attivi sviluppiamo una particolare “carica” che permette di far stare meglio tutto l’organismo. In sintesi, anche se il movimento attraversa i muscoli, è come se parte dell’energia generata si concentrasse nel cervello, per poi ridistribuirsi in tutto il corpo.
Inoltre impegnarsi in una prova “fisica” è anche una ginnastica per la psiche, perché implica prefiggersi una meta e mettere quindi alla prova l’intensità e la resistenza delle proprie ambizioni. Nel contempo, durante l’esercizio fisico la mente si libera dai pensieri “accessori” permettendo quindi di scaricare lo stress, mitigare le tensioni e magari ragionare più chiaramente…

In poche parole, facendo esercizio fisico si può stare meglio da tutti i punti di vista! Non per niente l’OMS e l’American College of Sport Medicine lo considerano uno dei  farmaci del futuro come tutte le buone abitudini: efficace, economico e sostenibile. Quali gli eccipienti? Socialità, compagnia, divertimento, autostima, benessere, musica, equilibrio e molti altri ancora.

Molti studi scientifici, infatti, hanno dimostrato chiaramente che chi svolge un’attività fisica giornaliera (anche il semplice camminare a passo sostenuto) si mantiene più in salute di chi è sedentario: bruciare calorie con il movimento costante e regolare riduce il rischio di infarto, ipertensione, diabete, obesità, ansia e depressione.
Muoversi aiuta anche ad affrontare meglio la vecchiaia, in quanto la potenza muscolare, l’equilibrio, la coordinazione motoria e l’agilità che ne derivano riducono il rischio di mal di schiena e di difficoltà nei movimenti. Inoltre, dopo la menopausa camminare di buon passo aiuta a prevenire il sovrappeso e l’osteoporosi, riducendo il rischio di fratture del femore e delle vertebre. Infine se si vuole dimagrire e mantenere il peso ideale nel tempo l’attività fisica è indispensabile; nelle persone obese, tuttavia, prima di iniziare un programma di esercizi è necessario valutare lo stato di salute e la capacità di lavoro fisico.

Fonti

  • Veronesi U - Il libro della salute. RCS Mediagroup Edizioni, 2012
  • Colli A – Il cibo per lo sport. 2° ed. Tecniche Nuove, 2011
  • Brambilla L – Cuore, fitness e salute. Mattioli 1885 Ed, 2010
  • Marafante D – Peso perfetto. Edizioni Riza, 2008