La vitamina E: antiossidante per eccellenza

La vitamina E è un’importante molecola anti-invecchiamento
Si trova soprattutto nei tessuti grassi, nelle ghiandole surrenali, nel cervello, nel fegato, nelle piastrine e nei muscoli e come antiossidante estende la sua azione protettiva a questi organi. Essa “smaschera” i radicali liberi intenti ad assaltare i grassi presenti nel sangue, i tessuti adiposi o le proteine dei muscoli, svolgendo un’efficace opera di protezione delle membrane cellulari, insieme alla vitamina C e al selenio.

La vitamina E ha tutta  una serie di effetti positivi che giovano al sistema cardiocircolatorio e ci proteggono da infarto e ictus, mantenendo elastici i vasi sanguigni e i globuli rossi del sangue, oltre a combattere l’irrigidimento dei vasi che avviene progressivamente con passare del tempo. Essa, inoltre, migliora il flusso sanguigno all’interno dei vasi e ostacola i depositi che possono causare occlusioni. Questo effetto protettivo è potenziato dalla proprietà della vitamina E di contrastare l’aggregazione delle piastrine.

La vitamina E è importante anche per lo sviluppo degli organi sessuali e per la fertilità (proprietà per cui è stata scoperta all’inizio degli anni ‘20 del Novecento).

La vitamina E fa bene anche alla pelle
In quanto antiossidante protegge i tessuti connettivi  e le fibre collagene, le strutture proteiche che mantengono morbida ed elastica la cute. Chi si espone a lungo al sole riduce sensibilmente la quantità di vitamina E presente nell’organismo.

Le ghiandole sebacee  della pelle producono  grassi che impediscono al tessuto di disidratarsi: tuttavia, esse sono uno dei bersagli prediletti dei radicali liberi. La vitamina E ostacola efficacemente il loro assalto contribuendo al mantenimento della struttura cutanea e della naturale patina acida di protezione. Gli effetti positivi di questa vitamina protettiva ne giustificano l’ampio impiego in numerosissimi integratori alimentari e salini e in molti dermocosmetici.

Le fonti di vitamina E
Possiamo trovare discrete quantità di vitamina E negli oli vegetali (girasole, soia, arachide, vinaccioli), nell’olio extravergine e vergine, nelle noci, in misura minore negli ortaggi freschi e nel pesce. Questi alimenti contengono però anche i preziosi acidi grassi polinsaturi, molto sensibili all’azione dei radicali liberi che tendono a prendere di mira proprio questo tipo di grassi. Quando si acquista un olio vegetale, è meglio sceglierne uno spremuto a freddo e conservato in bottiglie scure: con questo procedimento la vitamina E e gli acidi grassi non vengono intaccati e la quantità di sostanze è in genere maggiore di quella degli oli ottenuti mediante raffinazione.

Anche gli inquinanti ambientali, gli alcolici e il fumo di sigaretta sono in grado di “consumare” grandi quantità di vitamina E. Considerato che viene assorbita in modo adeguato grazie all’azione degli acidi biliari e dei succhi pancreatici, in caso di patologie che interessino colecisti e pancreas il rifornimento di vitamina diventa più difficile. Difficoltà insorgono anche in presenza di disturbi del metabolismo dei grassi poiché la vitamina E appartiene alla vitamine liposolubili e quindi il suo assorbimento è legato a quelle dei lipidi (grassi). Infine, anche chi assume anticoagulanti, farmaci anticolesterolo, lassativi, ormone tiroideo, farmaci anticancro o antibiotici può avere scorte inferiori di vitamina E.

Dopo uno sforzo fisico è importante aumentare la quantità di alimenti ricchi di composti antiossidanti come vitamina E, vitamina C e vitamina A perché gli sforzi fisici innescano la produzione di una gran quantità di radicali liberi (stress ossidativo).
Contemporaneamente l’attività sportiva migliora i meccanismi di smaltimento dei radicali liberi (ROS) potenziando l’attività degli anti-ossidanti endogeni.
Vitamina E, vitamina C e vitamina A agiscono come chain breakers (demolitori di catena) cioè sono in grado di interrompere l’evoluzione della reazione a catena avviata dai radicali liberi.

Fonti

  • Colli A – Il cibo per lo sport.  2° ed. Tecniche Nuove, 2011
  • Brambilla L – Cuore, fitness e salute. Mattioli 1885, 2010
  • Ceriani M – Integratori per lo sport e il benessere. Elikra Ed, 2010
  • Döll M – Più giovani e più sani con gli antiossidanti. Hobby & Work, 2007
  • Murray M et al – Enciclopedia della nutrizione. Tecniche Nuove, 2009
  • Smolin LA, Grosvenor LA – Nutrition: Science and applications. 2nd Ed, Wiley, 2010